One Comment

  • “‘Tokyo, origami’ è il frutto della mia ricerca cinetica applicata allo skyline della città.
    La città è vissuta non soltanto come un contenitore di strade, case, finestre ma anche come un cuore pulsante: la combinazione dei colori e delle linee è tesa a coinvolgere lo spettatore attraverso il gioco degli effetti ottici che restituiscono riflessi, luci, emozioni… insomma la vita della città.
    Lo scopo è caratterizzare ogni skyline con una particolarità tipica che esca fuori dagli stereotipi convenzionali: in Tokyo ho voluto sviluppare un’idea di prospettive future e simmetrie che si incontrano su piani diversi e l’origami è la base di queste prospettive, che si concretizzano nella luminescenza delle insegne.”

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.